ARCHEOLOGIA IN ORIENTE

ARCHEOLOGIA IN ORIENTE 2018-01-10T14:03:09+00:00

Sabato 17 febbraio 2018
Sala 9 ore 16:00-18:30

ARCHEOLOGIA IN ORIENTE
Il contributo degli archeologi italiani: dalla tutela del patrimonio culturale al turismo consapevole

A cura di ANA – Associazione Nazionale Archeologi

Ingresso libero e gratuito


16:00
Salvo Barrano
presidente ANA


Giuseppina Manca di Mores vicepresidente ANA
Tsao Cevoli direttore Area Patrimonio Culturale CSC – Centro Studi Criminologici

Introduzione

16:20
Sebastiano Soldi
Research Associate DFG-Project “Urban Landscape and State Formation at Iron Age Samal (Zincirli, Turkey)”, Universität Tübingen / Museo Archeologico di Firenze
 

«Archeologi italiani nel Vicino Oriente: esperienze di ricerca e progetti di formazione per la tutela e valorizzazione di un patrimonio minacciato»

16:35
Paolo Del Vesco
curatore Fondazione Museo Antichità Egizie di Torino
«Tutela del patrimonio culturale e inclusione sociale in Egitto: dal Museo allo Scavo»

16:50
Ida Oggiano
ricercatrice Istituto Studi Civiltà italiche e Mediterraneo antico – CNR


«Il Libano e l’utopia di un futuro possibile: il ruolo del patrimonio culturale nei precari processi di rinascita del Paese»

17:05
Annalisa Faggi
membro Missione archeologica Magdala Project
«Magdala: oltre dieci anni di scavi e ricerche»

17:20
Giancarlo Garna
vincitore Premio Person of the Year 2017 promosso da Osservatorio Internazionale Archeomafie e Centro Studi Criminologici
«Le memorie culturali in Mesopotamia: dalla distruzione al commercio illecito»

17:35
Elisa Pruno, Chiara Marcotulli
membri Cooperativa Laboratori Archeologici San Gallo e Missione archeologica “Petra Medievale” – Università di Firenze, autrici “Archeoviaggiando”
«Archeoviaggiando in Giordania: una proposta tra archeologia, turismo e comunità»

17:50
Alessandro Fichera
membro CoopERA e progetto Basilica Natività di Betlemme
«La Basilica della Natività di Betlemme. Dal progetto di restauro alla creazione di un itinerario turistico consapevole»

18:05
Ettore Janulardo
docente Storia dell’Arte contemporanea all’Università di Bologna e referente culturale per le Missioni archeologiche e la ricerca italiana all’estero


Conclusioni


Ingresso libero e gratuito