Venerdì 17 febbraio 2017
Sala 9
ore 14:00 – 18:00


IL RACCONTO DEI RACCONTI – Workshop
Tecnologia, linguaggi e nuovi media per il coinvolgimento del pubblico nella valorizzazione del patrimonio culturale

A cura di CNR – Istituto per le Tecnologie applicate ai Beni culturali (ITABC)

Coordina Sofia Pescarin ricercatore CNR ITABC

Attraverso interventi e dimostrazioni, si analizzeranno le nuove modalità̀ di comunicazione, le possibili sinergie tra mondo della ricerca, mondo dei New Media e mondo dell’intrattenimento, con particolare riferimento agli spettacoli teatrali e al mondo dei videogames.

14:00
IL MONDO DELLA RICERCA

Augusto Palombini
CNR ITABC
«Narrazione e virtualità, possibili prospettive per la comunicazione museale: l’esempio del Museo Virtuale della Valle del Calore»

Daniele Ferdani
CNR ITABC
«Tecnologie digitali e narrazione per la comunicazione del patrimonio archeologico: la casa di Cecilio Giocondo a Pompei»

14:45
IL MONDO DELL’INTRATTENIMENTO

Ernesto Migliacci
Produttore artistico di Divo Nerone
«”Divo Nerone” – Opera Rock: Roma rivive nel racconto di uno dei suoi protagonisti, tra i più amati e discussi»

Jader Giraldi
ZERANTA Edutainment
«Historytelling, raccontare la storia coinvolgendo ed emozionando il pubblico»

15:20
IL MONDO DEI MUSEI

Adele Magnelli
ETT S.p.A.
«“Ara com’era”, una visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis»

Anna Maria Marras
ICOM ITALIA, Wikimedia Italia
«“Museo Liquido” e accessibilità digitale»

16:00 Pausa

16:30
IL MONDO DEI NEW MEDIA

Paola Romi
Arche&Arte 3D Lab – Sapienza Università di Roma
«Pictures of you, pictures of me. Qualche spunto di riflessione sull’impiego di new media e user-generated content per valorizzare patrimonio culturale e territorio»

Ivana Cerato
CNR ITABC
«Camera con vista. Le opportunità per trasformare l’attività svolta sui nuovi media in elemento di valutazione del pubblico»

17:10 Dibattito – Demo Live

Presentazione di alcuni progetti sviluppati dal CNR ITABC, che i partecipanti al workshop potranno sperimentare e analizzare, in modo da fornire ulteriori spunti per il dibattito.


Ingresso libero e gratuito